Il Regolamento della Società Italiana di Microchirurgia

(in vigore nel biennio 2002-2005)


RAGIONE SOCIALE, SEDE E SCOPO

ART. 1

È costituita un’Associazione sotto la denominazione SOCIETA' ITALIANA DI MICROCHIRURGIA (S.I.M.), avente lo scopo di promuovere in Italia lo sviluppo della Microchirurgia, che ha sede e rappresentanza legale in Brescia, Via Cattaneo n. 51, c/o la società Studio Progress S.n.c.

PATRIMONIO

ART. 2

Il patrimonio dell’Associazione risulta:
A) dalle contribuzioni annuali dei soci;
B) da doni ed elargizioni che pervenissero all'Associazione.
Le disponibilità patrimoniali sono erogate: per spese per le assemblee, per spese di amministrazione e gestione e per spese per eventuali incoraggiamenti e pubblicazioni scientifiche e didattiche.
Il patrimonio sociale è indivisibile. In caso di perdita delle qualità di Socio, per qualunque motivo avvenga, ne il socio ne i suoi aventi causa potranno pretendere alcunché dall’Associazione.
E' dato divieto di distribuire , anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre associazioni che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura o associazioni con finalità analoghe.
E' obbligo impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.
E' obbligo devolvere il patrimonio dell'organizzazione, in caso di scioglimento per qualunque causa, ad altre associazioni con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.La contribuzione annuale dei Soci non crea diritti di partecipazione e, segnatamente, non crea quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, né per successione a titolo universale, né per atto tra vivi, né per causa di morte.

SOCI

ART. 3

L'associazione si compone di Soci Onorari e di soci effettivi.
I Soci Onorari sono nominati dal consiglio direttivo fra le personalità italiane e straniere che abbiano raggiunto particolare fama nel campo della microchirurgia.
I Soci effettivi sono accolti dal Consiglio Direttivo su domanda dell'interessato presentata da Due Soci secondo le norme del regolamento.
L'adesione all'associazione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo.

Essi pagano una tassa di ammissione ed una quota annuale (nelle misure stabilite dal Regolamento).
La domanda di ammissione comporta di per se stessa l'accettazione dello Statuto e del Regolamento vigente.

ORGANI

ART. 4

Sono organi della associazione:
A) l'Assemblea Generale;
B) il Consiglio Direttivo;
C) il Presidente;
D) il Collegio dei Revisori;
E) il Collegio dei Probiviri.

ASSEMBLEA

ART. 5

L'Assemblea generale rappresenta l'Università degli Associati e le sue deliberazioni, prese in conformità delle leggi e del presente statuto, impegnano tutti i membri.
L'Assemblea generale può essere convocata in via ordinaria e straordinaria.
L'Assemblea straordinaria è convocata dal Presidente per sua iniziativa, o per richiesta della maggioranza del Consiglio Direttivo oppure su richiesta di almeno 1/4 dei Soci.
Hanno diritto al voto in Assemblea solo i Soci Effettivi e non sono ammesse deleghe.
Le assemblee tanto ordinarie che straordinarie saranno valide in prima convocazione qualora siano presenti la metà più uno dei membri. In seconda convocazione, un'ora dopo la prima qualunque sia il numero dei presenti.
Le deliberazioni sono valide se raccolgono la metà più uno dei voti favorevoli dei soci presenti.

CONSIGLIO DIRETTIVO

ART. 6

Il consiglio Direttivo eletto dall'Assemblea e composto di:
1 Presidente,
1 Next-President,
1 Past-President,
9 consiglieri, di cui uno con incarico di Segretario della Società,
1 Tesoriere con diritto di voto.
Il Presidente nomina il Segretario alla Presidenza (senza diritto di voto). Tutte le cariche durano due anni, esclusa quella del Tesoriere che dura tre legislature.
Il Consiglio Direttivo è investito dei più estesi poteri per la gestione l'amministrazione ordinaria e straordinaria della Società; esso ha pertanto la facoltà di compiere tutti gli atti che ritenga opportuni per promuovere l'incremento dell'associazione e per tutelare gli interessi della specialità, ha la responsabilità dell'andamento amministrativo della Società dandone il rendiconto consuntivo in occasione dell'assemblea per mezzo del Segretario o del Tesoriere.
Il Consiglio delibera con la metà più uno dei voti favorevoli ed in caso di parità di voti, prevale il voto del Presidente.
Il Presidente ha la firma e la rappresentanza legale della Società.
In caso di sua assenza od impedimento le sue funzioni vengono assunte dal Past-president. Per poter organizzare le Votazioni nella stessa data del Congresso Nazionale, il Consiglio Direttivo del Biennio 2002-2004 durerà in carica un anno in più; le elezioni del Consiglio successivo verranno organizzate nel 2005, mantenedo poi la stessa durata già prevista nel presente Statuto.

ART. 7

Il presente statuto potrà essere modificato con delibera dell'assemblea presa con la maggioranza semplice dei soci.

ART. 8

La vita dell'associazione è disciplinata da un regolamento predisposto dal Consiglio Direttivo ed approvato dall'Assemblea.
Ogni modifica al medesimo è competenza dell'Assemblea Ordinaria.

GESTIONE

ART. 9

La gestione dell'associazione è controllata da un Collegio dei revisori, costituito da Tre Membri, eletti biennalmente dall'Assemblea dei Soci.
I revisori dovranno accertare la regolare tenuta della contabilità sociale, redigeranno una relazione al bilancio annuale, potranno accertare la consistenza di cassa e l'esistenza dei valori e dei titoli di proprietà sociale e potranno procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e di controllo.

ART. 10

L'assemblea nomina ogni due anni il collegio dei probiviri, formato da tre membri.
Tutte le eventuali controversie tra le associate relative al rapporto associativo o tra essi e l'associazione ed i suoi organi saranno devolute a detti probiviri, i quali giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura.
Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme del Regolamento.

REGOLAMENTO della SOCIETÀ ITALIANA di MICROCHIRURGIA

A norma dell'Articolo 8 dello Statuto il Regolamento predisposto dal Consiglio Direttivo ed approvato dall'Assemblea, disciplina la vita dell'Associazione secondo gli Articoli seguenti:

Articolo 1.

Le modifiche dello Statuto e del Regolamento sono di competenza dell'Assemblea Ordinaria dei Soci.

Articolo 2. Ammissione di nuovi Soci

I nuovi Soci devono essere presentati da due Soci effettivi.
La loro ammissione è subordinata al giudizio favorevole del Consiglio Direttivo, che sarà basato sulla valutazione delle pubblicazioni e del Curriculum personale dell'aspirante.
Il giudizio del Consiglio è insindacabile. Gli organizzatori di Corsi in Microchirurgia che chiedono il patrocinio della Società Italiana dovrànno fornire l'elenco dei partecipanti alla Società stessa che iscriverà gratuitamente i nuovi soci per il primo anno.
L'anno successivo i neoiscritti potranno decidere liberamente di iscriversi regolarmente. I corsisti potranno rifiutare l'iscrizione gratuita così come la trasmissione dei propri dati.

Articolo 3. Tassa di ammissione e quota annuale

Verranno determinate annualmente dal Consiglio Direttivo.

Articolo 4. Congresso

Il Congresso Annuale viene affidato dal Consiglio Direttivo ad un Socio che ne abbia fatta documentata richiesta un mese prima dell'Assemblea Ordinaria e che ne assume la Presidenza.
Il Presidente del Congresso concorda con il Consiglio Direttivo il (o i) tema (o i) del Congresso.
La selezione delle comunicazioni è demandata ad un Comitato Scientifico proposto dal Presidente del Congresso ed approvato dal Consiglio Direttivo.

Articolo 5. Simposio di Primavera

Il Simposio di Primavera si tiene biennalmente nell'anno in cui non si tiene il Congresso della Società Italiana di Microchirurgia (pur con la possibilità di Simposi Straordinari) in una sede che sarà votata dal Consiglio su proposta di un Membro del Consiglio stesso.
L'Assemblea Ordinaria dei Soci sarà convocata annualmente in occasione dei Congresso Nazionale e del Simposio Primaverile.

Articolo 6. Organo Ufficiale di Informazione della Società

Organo Ufficiale di Informazione della Società è il Bollettino della S.I.M., che diffonde notizie riguardanti la Società, Congressi, Riunioni e brevi editoriali. Il Consiglio Direttivo nomina il Direttore Responsabile dei Bollettino.
La rivista ufficiale della SIM è rappresentata da un numero annuale della Rivista di "Chirurgia e Riabilitazione della Mano e dell'Arto Superiore" (Rivista Ufficiale della Società Italiana di Chirurgia della Mano)

Articolo 7. Revisori dei Conti

In osservanza dell'Articolo 8 dello Statuto ad ogni elezione dei Consiglio Direttivo si eleggono anche tre Revisori dei Conti e ad essi verrà presentato il bilancio venti giorni prima dell'Assemblea.